logo
item

L'arte è diventata un fenomeno di massa e di costume, come testimoniano le code alle mostre e l'afflusso alle fiere. L'ultima edizione della Biennale di Venezia ha visto la partecipazione di quasi 480mila visitatori, la maggior parte dei quali paganti. Quasi 10% in più dell'edizione 2011, a sua volta cresciuta del 20% rispetto a quella del 2009, che già era cresciuta del 18% sul 2007. Dall'edizione del 2001, i visitatori si sono più che raddoppiati.

L'alto numero degli appassionati con meno di 35 anni conferma che si tratta di un trend in crescita: alla Biennale un terzo dei visitatori era composto da giovani. Grande anche l'impatto mediatico: non c'è quotidiano che non dedichi all'arte ampio spazio giornaliero. E spesso i frequenti record alle aste guadagnano richiami in prima pagina. L'arte contemporanea in particolare offre una testimonianza dello spirito del nostro tempo. Rispetto all'arte delle epoche precedenti, non può prescindere dalla internazionalità. Inoltre è l'epoca artistica preferita dalla upper class, intesa nel senso culturale e socioeconomico.
Occuparsi di arte contemporanea attribuisce uno status alto. Per questi motivi, oggi, è il periodo più seguito dai media.

  • *La definizione di arte contemporanea non è univoca. In questo contesto intendiamo le opere di artisti ancora in vita, la cui produzione più significativa va dagli anni Ottanta in poi. La definizione del glossario Tate, per cui si intende come contemporanea solo l'arte prodotta nell'ultimo decennio appare troppo restrittiva. Oltre che da elementi cronologici, l'arte contemporanea è caratterizzata dalla ricerca e dall'innovazione: dei materiali, delle tecniche, delle espressioni creative.

1
logo

profilo aziendale

item

ArtRelation

ArtRelation di Milo Goj si occupa di ideare e organizzare progetti collegati al mondo dell'arte moderna e contemporanea per aziende, associazioni, punti vendita e altri soggetti. Il vantaggio competitivo di ArtRelation, rispetto ad altre società, è la competenza in entrambi i versanti del progetto: le strategie e la comunicazione d'impresa da un lato e il mondo dell'arte dall'altro.

Il fondatore

Milo Goj, laureato in economia in Bocconi con specializzazione in marketing, vanta infatti esperienze importanti sia nel campo della marketing communication, sia in quello dell'arte.

Sul versante del marketing, Milo Goj ha:

  • diretto testate economiche, tra cui Espansione, Marketing Espansione, Marketing Notizie, la versione italiana di Harvard Business Review, Sport Economy (tutte del Gruppo Mondadori), il settimanale Il Valore, i mensili Human Training e Tempo Economico, il trimestrale Salvadanaio; attualmente dirige il mensile on line Finarte Journal;
  • ideato (con Cesare Valli) il Premio Assorel, la più prestigiosa rassegna italiana di campagne di comunicazione;
  • ideato (con Michele Cimino) il Premio Adico, il più prestigioso riconoscimento per gli uomini di marketing italiani;
  • tenuto, come professore a contratto, per 8 anni (dal 1997 al 2005), il corso di “Scienza della comunicazione di massa”, presso la facoltà di Scienze politiche/Sociologia dell'università Alma Mater di Bologna;
  • scritto diversi libri sul marketing e la comunicazione per case editrici del Gruppo Mondadori.

Sul versante dell'arte, Milo Goj ha:

  • guidato per 23 anni (dal 1979 al 2002) una galleria di proprietà (“Al Salotto” di Motta Visconti, Milano), organizzando mostre personali di autori come Giacomo Balla, Salvatore Fiume, Mino Maccari, Nino Caffé, Salvador Aulestia, Giovan Francesco Gonzaga, Salvatore Garau;
  • organizzato mostre anche a livello internazionale, tra cui, “Peintres italiens a Dakar”;
  • contribuito alla creazione dell'azienda di famiglia “Rate art”, specializzata nella vendita al settore preziosi di quadri realizzati su lastre d'argento;
  • diretto per due anni (1977 e 1978) ad Artefiera di Bologna lo stand delle riviste francesi di arte contemporanea Artitudes e Info Artitudes, di François Pluchart, di cui era anche l'inviato in Italia;
  • tenuto le pagine del mercato dell'arte su cinque testate Arnoldo Mondadori (Espansione, Epoca, Storia Illustrata, Casaviva e GuidaSoldi), sul settimanale Il Valore, sul quotidiano Libero, sul quotidiano on line Affari Italiani e sul mensile Capital;
  • partecipato come unico ospite a una serie di trasmissioni sul mercato dell'arte trasmesse su Tele Campione, Tele Padania, Canale 833 del bouquet Sky e condotte da Anna Maria Girelli Consolaro;
  • presentato “La Borsa dell'arte”, programma in onda dal settembre 2011 su Elite Shopping tv (canale 221 sul digitale terrestre, canale 863 del bouquet Sky).

2
logo

opportunità

Il legame con l'arte offre forti opportunità di:

  • Immagine. Legare il proprio nome all'arte rafforza l'immagine e attribuisce un posizionamento di alto standing;
  • Visibilità. I media offrono un'attenzione crescente all'arte. Un progetto artistico ha forti possibilità di godere di un impatto mediatico;
  • Relazioni. Essere protagonisti di un progetto d'arte rappresenta un'opportunità per contattare e incontrare interlocutori importanti (potenziali clienti, istituzioni, enti...), nel ruolo privilegiato di “padrone di casa”.

3
logo

il metodo ArtRelation

Grazie alle competenze nei due campi, quello del marketing communication e quello dell'arte, ArtRelation ha messo a punto un sistema di lavoro unico.

Consiste nell'effettuare un check up all'azienda cliente, per valutare sulla base di diversi parametri (Mission, Valori, Vision, Posizionamento e così via), le esigenze di comunicazione e/o di relazioni cui il progetto artistico deve rispondere. Sulla base di queste, viene individuato il tipo di progetto, di artista, della tecnica e così via, più idoneo.

5
logo

campi di intervento

I progetti di comunicazione e di marketing relation basati sull'arte possono essere declinati sotto molteplici forme. E' tuttavia possibile individuare due aree di intervento:

INIZIATIVE che si concludono con un evento:

  • Mostre;
  • Aste;
  • Premi.

INIZIATIVE che restano nel patrimonio di una società:

  • Collezioni aziendali;
  • Musei aziendali;
  • Fondazioni.

6
logo

case history

ricoh

ArtRelation, fondata nel 2009, tra le varie iniziative, ha organizzato:

Per Ricoh Italia

Premio Ricoh per giovani artisti contemporanei. Aperto agli autori under40, che interpretano i valori di Ricoh, riassumibili nella formula “L'innovazione ecosostenibile”. E' organizzato in collaborazione con la Provincia di Milano, e si svolge in più steep: bando, inviato alle Accademie; selezione dei partecipanti, suddivisi in tre categorie (pittura/disegno, scultura/installazione, arte elettronica); mostra allo Spazio Oberdan di Milano per i finalisti (circa una ventina); premiazione presso la sede della Provincia, con acquisto da parte di Ricoh Italia delle opere del vincitore assoluto e dei tre vincitori di categoria.

Le quattro opere vanno a costituire la nascente Collezione Ricoh.

ArtRelation, che ha ideato il Premio, ha curato le prime tre edizioni (2010, 2011 e 2013) e sta organizzando la quinta.

Sempre per Ricoh Italia, ArtRelation ha organizzato anche le mostre “I giovani del Premio Ricoh”, aperte ai finalisti delle edizioni precedenti. La prima edizione della serie di mostre ha inaugurato “Idroart”, il nuovo spazio espositivo della Provincia di Milano, definito “L'Oberdan estivo”. La mostra ha avuto luogo dal 16 al 24 giugno 2012. Anche l'edizione 2013 è stata organizzata presso Idroart.

snai

Per il Gruppo Snai

  • La mostra “Omaggio al futurismo”, tre piccoli capolavori di Giacomo Balla, presso l'Ippodromo del Galoppo di San Siro;
  • Un'asta benefica presso l'Ippodromo del Galoppo di San Siro a Milano, con opere del maestro spagnolo Salvador Aulestia, di cui ricorreva il 15esimo anniversario della morte. Presenti circa 400 persone, con personaggi della business community milanese quali Michele Perini, presidente di Fiera Milano, la famiglia Pellegrini, il pubblicitario Lorenzo Marini.

item

Per la Scuola di Palo Alto

  • La mostra “Antonello dalla A alla Z”, in cui due artisti, Antonello Zecca e Antonello Arena, hanno interpretato 9 film da cui è possibile trarre insegnamenti di management. La mostra si è tenuta presso la sede milanese della Scuola e ha contribuito a rinforzare i rapporti con la business community;
  • Il Premio Scuola di Palo Alto, destinato ai giovani artisti che interpretano la passione nel lavoro. Organizzato in collaborazione con la Provincia di Milano, si è concluso con una mostra e la premiazione presso lo Spazio Guicciardini di Milano.
  • La mostra “Flourishing in art and business” e l'asta benefica “Outlier, artisti emergenti fuori dagli schemi”, due eventi di supporto al lancio del Positive business forum, convegno internazionale tenuto a Milano il 27 e il 28 marzo 2013. In particolare, la mostra aveva l'obiettivo, attraverso le opere di artisti moderni, di ricordare il sentimento di costruzione, crescita e l’atteggiamento positivo e solido che ha caratterizzato il periodo del boom economico della Milano degli anni Cinquanta e Sessanta. Una formula vincente che oggi come allora può aiutarci a raggiungere risultati incredibili, anche in tempi di turbolenza.

mip

Per Mip Consorzio Politecnico di Milano

  • Asta benefica per l'inaugurazione della nuova sede e per il trentennale del Mip del Politecnico di Milano, sul tema “L'arte e l'innovazione”, con opere originali (pezzi unici) di Giacomo Balla, Hsiao Chin, Salvador Aulestia, Salvatore Garau e Antonello Arena.

item

Per Alfea

  • La mostra “Cavalli e lirica, un fascino che viene da lontano”, personale di Anna Pennati tenuta presso l'Ippodromo di San Rossore, a Pisa, e conclusa con un'asta di beneficenza.

item

Per Hippogroup Roma Capannelle

  • Un'asta benefica presso l'Ippodromo delle Capannelle di Roma, 51 opere di Antonello Arena.

item

Per Marconi Italia S.p.a

  • Una mostra delle opere di eccellenza del maestro Salvador Aulestia (con pezzi appartenuti alla collezione Ronald Reagan ed esposti a Palazzo Reale di Milano in una personale del 1980), in occasione dell'inaugurazione dell'Hotel dell'Ippodromo del Mediterraneo di Siracusa, primo esempio in Europa di albergo di lusso all'interno di un impianto ippico. Con la partecipazione di ministri e parlamentari di tutto il mondo.

item

Per Norman Broadbent

  • La mostra/asta “Milan e poeu pu, milanesi si nasce e si diventa”, tenuta presso la sede della società di executive search, con l'obiettivo di rinsaldare i legami con la business community della città;
  • La mostra “Le resine o l'oggetto nascosto”, presentazione dei nuovi lavori di Antonello Arena, presso lo Spazio via della Spiga di Milano.

item

Per Elan International

  • La mostra personale Bruno Fael, “Arte e moda”, in occasione del ritorno della società di executive search nel settore moda. La mostra si è tenuta presso la Società umanitaria di Milano.

item

Per Arrigoni

  • L'evento “Orgoglio italiano. Arte, enogastronomia, sartorialità rigorosamente made in Italy”, presso Cartiere Vannucci, Art & meeting location. Con mostra bipersonale “I non luoghi” di Antonello Arena e Alessandra Lanese e asta di beneficenza di maestri moderni e contemporanei.

item

Per Ironia Design

  • La mostra “Vernissage Pellicolage. Creatività e arte all'origine dell'eccellenza italiana”, che ha inaugurato la show room della società.

item

Inoltre, prima di creare ArtRelation, Milo Goj ha organizzato mostre fotografiche per Assolombarda, L'Oréal Italia (tre volte), Sagsa e Camomilla.

item

Hanno poi sponsorizzato eventi d'arte organizzati da ArtRelation:

  • Coca Cola Hbc Italia
  • Gruppo Pellegrini
  • Ironia Design
  • Carter & Benson
  • Giudici Service
  • Villa Serbelloni
  • Sperlari Leaf
  • Vitale Barberis Canonico
  • Tenimenti San Martino in Monte
  • Lexmark

item

Ha contribuito all'organizzazione dell'evento “La cura dell'orto”, operazione di fund raising per la Fondazione per l'oncologia del Niguarda ca' Granda, con un'asta di grafiche di artisti internazionali, come Victor Vasarely, Giuseppe Capogrossi, Michel Seuphor, Ryszard Winiarski

item

Per Caterina Tosoni

  • Ha curato la mostra “Mutazioni plastiche” di Caterina Tosoni, in cartello allo Spazio Oberdan di Milano dal 29 novembre 2012 al 6 gennaio 2013, con testo critico di Luca Beatrice.

item

Per Salvatore Garau

  • Ha organizzato la mostra personale “Rosso Wagner” in cartello allo Spazio Oberdan di Milano dal 22 maggio al 9 giugno 2013, con testo critico di Lòrand Hegyi.

7
logo

Rassegna stampa

8
logo

Contatti

via Panzeri, 6
Milano 20123, Italy
Tel: 02 8361578
Mob: 366 3007627 - 335 7446567

9

archivio salvatore garau

item
Indirizzo
Via Panzeri, 6 - 20123 Milano
Contatto
Per informazioni rivolgersi al seguente indirizzo di posta elettronica:
info@artrelation.it

L’Archivio Salvatore Garau è stato costituito il 30 giugno 2013. Ha sede a Milano, presso ArtRelation, in Via Panzeri 6.
L’Archivio si propone la tutela e la valorizzazione dell’opera di Salvatore Garau. Cura l’archiviazione delle opere e del materiale storico, pubblicazioni relative a mostre ed eventi, libri, rassegne stampa, materiale fotografico ed epistolari.
Provvede alla conservazione del suddetto materiale rendendolo anche consultabile a fini di studio.

Per Archiviare un'Opera

Per archiviare e autenticare un’opera è necessario presentare tre fotografie del fronte, a colori e di formato 18x24 cm, una foto del retro, l’immagine dell’opera ad alta risoluzione su supporto digitale, nonché l’eventuale documentazione relativa all’opera.

Costi di archiviazione

I costi per l’archiviazione sono di 600 euro più IVA per le opere di misura superiore a 100 cm x 100 cm (o comunque opere la cui somma di base e altezza è superiore a cm.200), di 400 euro più Iva per le opere di formato minore e di 150 € più IVA per le tecniche minori.

Si ricorda che l'articolo 64 Codice Beni Culturali, D. Lgs. 42/2004 prevede che: “Chiunque esercita l'attivita' di vendita al pubblico, di esposizione a fini di commercio o di intermediazione finalizzata alla vendita di opere di pittura, di scultura, di grafica ovvero di oggetti d' antichita' o di interesse storico od archeologico, o comunque abitualmente vende le opere o gli oggetti medesimi, ha l'obbligo di consegnare all'acquirente la documentazione attestante l'autenticita' o almeno la probabile attribuzione e la provenienza; ovvero, in mancanza, di rilasciare, con le modalita' previste dalle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, una dichiarazione recante tutte le informazioni disponibili sull'autenticita' o la probabile attribuzione e la provenienza. Tale dichiarazione, ove possibile in relazione alla natura dell'opera o dell'oggetto, e' apposta su copia fotografica degli stessi".

Per ulteriori informazioni si prega di prendere contatti con l’archivio.

Telefono: 0039 028361578
Mobile: 0039 3357446567
Mail: info@artrelation.it

10